Arte e Storia

Sticky

Chiesa di San Jacopo San Jacopo Maggiore, chiesa principale del paese è addossata nella parte più elevata del paese. L’edificio attuale presenta ampliamenti e ristrutturazioni eseguite in diverse epoche, la sua facciata realizzata con muratura a filari di pietre calcaree squadrate presenta una decorazione con motivo ad arcate pensili inscopri di più

Arco di Francesco V I lavori per questa opera cominciarono nel 1853 e nel 1856 furono terminati. Fu realizzata sotto il duca estense Francesco V e a lui dedicata. Il progetto iniziale è da attribuire all’architetto lucchese Lorenzo Nottolini, tale progetto fu poi ripreso nella sua realizzazione dall’ingegnere modenese Malaspina.scopri di più

Le Terme In località Ponte alla Villa in passato si erano notate delle sorgenti minerali che poi andavano a disperdersi nella Turrite. In questa zona erano presenti i “Balnei” comunali chiamati appunto i “Bagni di Ponte alla Villa”. All’epoca il bagno in casa era un lontano miraggio e questi bagniscopri di più

Chiesa di Sant’Andrea La chiesa di Sant’Andrea, fu edificata intorno al XII secolo, al di fuori del castello e della seconda cinta muraria, lungo la via diretta nell’impervia valle della Torrite di Gallicano, importante via di comunicazione in grado di collegare il fondovalle con i borghi di Verni e Trassilico,scopri di più

Chiesa di Santa Maria Santa Maria in Panizza conosciuta più semplicemente come Santa Maria. Nel rivestimento esterno mostra sulla pietra alcune curiose decorazioni ad intaglio geometrico e figure di origine medievale che ricalcano probabili manufatti visigoti, merovingi e carolingi databili non oltre il secolo VIII. L’attuale edificio è ad unascopri di più

Chiesa di San Giovanni Fu costruita nel 1486 utilizzando il materiale proveniente dalle rovine dell’antica pieve romanica dei santi Cassiano e Giovanni battista, situata nell’antico borgo del paese. promotore dell’opera fu Domenico Bertini importante diplomatico del Vaticano, originario di Gallicano, che decise di edificarla al posto di un piccolo oratorioscopri di più

Il Castello Nella zona che oggi è conosciuta come “il castello” si sviluppò l’antico borgo circondato da mura e difeso anche dalla Turrite che vi passa davanti. L’accesso principale al centro abitato avveniva attraverso un ponte levatoio sostenuto da due bastioni dove sopra di essi erano raffigurati i santi protettori:scopri di più

Monumento ai caduti di Gallicano “Il monumento” come da tutti i gallicanesi è semplicemente conosciuto è dedicato ai caduti della prima guerra mondiale, realizzato dallo scultore Petroni nel 1926 e recentemente portato al suo antico splendore da un restauro. Fu commissionato all’epoca dall’Amministrazione comunale per commemorare coloro che avevano servitoscopri di più

Fontane di Via Cavour La fontana di Via Cavour era anticamente la fonte pubblica di Gallicano, trasformata più volte nel corso dei secoli, posta fuori delle mura del castello la troviamo raffigurata in un disegno del 1583, conservato presso l’A.S.L. La vecchia fonte fu demolita verso la fine del 1800,scopri di più

Chiesa di Santa Lucia La chiesa di Santa Lucia venne fondata, in epoca imprecisata, lungo il percorso dell’antica via Clodia Nova, a poca distanza dall’ingresso del castello e dell’ubicazione della primitiva Pieve dei SS.Giovanni e Cassiano. Al tempo del Marchesato di Matilde di Canossa, questa piccola chiesa, aveva annesso anchescopri di più