Fontane di Via Cavour

Fontane di Via Cavour

Fontane di Via Cavour
La fontana di Via Cavour era anticamente la fonte pubblica di Gallicano, trasformata più volte nel corso dei secoli, posta fuori delle mura del castello la troviamo raffigurata in un disegno del 1583, conservato presso l’A.S.L. La vecchia fonte fu demolita verso la fine del 1800, la ricostruzione successiva l’ha consegnata a noi nella sua forma attuale. La sua storia resta legata al nome dei Della Robbia, infatti un tondo di terracotta invetriata, raffigurante una Madonna con Gesù Bambino ed attribuibile alla suddetta scuola, era posto sopra le due fontane. Nel tempo fu sempre oggetto di devozione da parte degli abitanti di Gallicano. Anche quando una Galleria d’arte italiana offrì 20.000 lire per il suo acquisto, nei primi anni del ‘900, il Comune rifiutò l’offerta. Nel 1960 l’Amministrazione Comunale di allora decise di spostarla sotto la loggia del Comune, luogo più sicuro e protetto dalle intemperie. Nel 2001 l’Amministrazione Comunale con il contributo della Fondazione della Banca del Monte di Lucca avviò le pratiche di restauro, che si conclusero nel 2003. In occasione della fine dei lavori di miglioramento antisismico dell’Edificio Comunale il tondo restaurato venne ricollocato sotto il loggiato, patrimonio di tutti e visibile in ogni momento.

Fountains of Via Cavour
The fountain of Via Cavour was once the public fountain of Gallicano. It was then transformed several times over the centuries, and in a drawing of 1583 now kept at the Lucca State Archive it appears outside the walls of the castle. The old fountain was demolished towards the end of 1800s, and then reconstructed as it is today. Its history remains linked to the name of the Della Robbia family, in fact a tondo in glazed terracotta representing a Virgin with the Infant Jesus and attributable to them was visible above the two fountains. Over time, it has always been the object of popular devotion in Gallicano. When an Italian Art gallery, in the early 1900s, offered 20,000 Lire to buy it, the Municipal authorities refused the offer. In 1960, the Municipal administration of the time decided to move it under the loggia of the Town Hall, were it could be safer and protected against the weather. In 2001, the Municipality started renovation works, with a contribution from the Foundation of Banca del Monte di Lucca, which ended in 2003. To celebrate the end of the works aimed at improving the earthquake protection of the Town Hall, the recently renovated tondo was moved back under the loggia, so that it could become a common heritage and be visible at any time.

Scrivi un Saluto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.